Fuori dai cassetti

Vuoi pubblicare la tua storia? Inviacela subito!

Spi Cgil, il 2-3 dicembre a Gorizia in memoria della Grande Guerra

Il 2-3 dicembre prossimi si terrà a Gorizia presso il Conference Center (via Alviano 18) una due giorni sulla Grande Guerra organizzata dallo Spi-Cgil, il Sindacato dei pensionati. Iniziativa con storici e ricercatori. Al Sacrario l’omaggio del Sindacato alle vittime.  

La Grande Guerra nel Triveneto

Nell’ambito delle celebrazioni per il centenario del primo conflitto mondiale, l’Auser del Veneto presenta il libro del giornalista scrittore Francesco Jori, “Ne uccise più la fame – La Grande Guerra della gente comune del Triveneto”. L’iniziativa si terrà il 14 maggio a Casale sul Sile.

Memorie di un partigiano

La storia di Andemio Belardinelli. Tre anni di guerra dalla Grecia alle battaglie sulle montagne genovesi

Appunti di viaggio lungo un treno per Auschwitz

In occasione della giornata della memoria, per commemorare i 6 milioni di persone uccise nei campi di sterminio nazisti, proponiamo gli appunti del viaggio del Treno per non dimenticare organizzato dallo Spi Cgil nel novembre 2012 che ha portato 500 persone – anziani, studenti medi e universitari – a visitare i campi di Auschwitz e.

II edizione Premio Ferramonti

Il Sindacato Pensionati Italiani della CGIL (SPI Calabria e SPI Lombardia) con la collaborazione scientifica dell’Università della Calabria (UNICAL) promuove ed organizza la seconda edizione del “Premio Ferramonti” (Premio). L’obiettivo del Premio è promuovere e valorizzare i valori trasmessi dalla Shoah e dalla Resistenza nell’Italia meridionale, con un’attenzione particolare verso il mondo della Scuola e.

Passioni alla radio

Un fortunato giorno (e tutti i giorni da allora!), accesi Radiotre e ascoltai il programma Fahrenheit. Tre ore di magia! Conduceva Marino Sinibaldi, un colto, fantasioso, affascinante conduttore “saltimbanco”. La sua bella voce alta e chiara iniziava comunicando l’ora esatta, e dovendo poi elencare i nomi dei componenti la regia riusciva a evitare il rischio.

La bettola

Era il 24 giugno del 1944, la notte di san Giovanni. Io ero piccolo, avevo appena sei anni, però ricordo come fosse adesso quello che succedeva. La bettola era un grosso albergo dove sostavano i montanari che venivano dalla città per passare la notte coi cavalli e anche la corriera faceva sosta per la notte.

Il casalone

Avevo tre anni quando andammo ad abitare al Casalone. Eravamo nel 1946. Il trasloco è il mio primo ricordo, un carro tirato da due buoi bianchi, con un po’ di cianfrusaglie, e io seduta sopra, con mio padre che mi teneva stretta camminando di lato al carro. I contadini che ci avevano dato un tetto.